Che cos’è la Psicoterapia?

La relazione terapeutica è un modello di relazione diversa da quella che il paziente vive nel mondo, è una relazione caratterizzata da assenza di giudizio e autenticità.

La domanda di partenza di ogni percorso è “Qual è il tuo bisogno?”; si tratta di una domanda tanto semplice quanto complessa che porta la persona a rivolgere l’attenzione al proprio mondo interno, a ciò che emerge in figura. Per alcuni è complicato riconoscere i propri bisogni e distinguerli, ad esempio, da aspettative e pretese che sono invece rivolte verso l’esterno. I bisogni hanno a che fare con noi stessi e ci portano nella direzione di un’altra domanda “Tu cosa vuoi da te stesso?”. Quest’ultima domanda rappresenta il momento in cui la persona si assume la responsabilità dei propri bisogni e si pone in una modalità autoaffermativa.

Il setting terapeutico è uno spazio protetto in cui le persone imparano a tenere vivo un dialogo tra le loro parti interne, un dialogo cioè tra una parte di sé che vuole andare in una direzione e un’altra che impedisce il cambiamento.

Le persone vivono le loro emozioni in ogni contesto di vita ma spesso non riescono a distinguerle; nel percorso terapeutico si prova a dargli un nome e a esprimerle. Si affrontano la paura del giudizio, la paura del dolore e il dolore della paura, si incontra la propria rabbia e si impara a canalizzarla. Il terapeuta è lì, accanto al paziente, presente nell’aiutarlo a trovare un modo per soddisfare i propri bisogni.

Durante il percorso terapeutico emergono le modalità disfunzionali che la persona utilizza nell’entrare in relazione con gli altri, queste modalità spesso sono molto antiche nella vita della persona e hanno a che fare con componenti caratteriali. Dato che il carattere non si cambia ma i comportamenti si possono cambiare la stanza della terapia diventa una buona “palestra” per iniziare a praticare atteggiamenti nuovi per migliorare la qualità delle relazioni con il mondo e con gli altri e dunque la qualità della propria vita.

Lascia un commento